ITIL, framework Asiatico?

Recentemente AXELOS ha reso pubblici i dati relativi ai numeri mondiali di certificazioni ITIL. Qui trovate i dati relativi agli anni che vanno dal 2008 al 2013. Se vogliamo essere pignoli su questi numeri AXELOS non centra nulla perché riguarda il periodo di gestione di APM Group come Official Accreditor in quanto la gestione AXELOS parte dal 1 gennaio 2014.

Personalmente a me piace andare a vedere i numeri per capire come va un mercato. Il titolo è ovviamente provocatorio, tutti sappiamo che è nato in Europa e nello specifico in Inghilterra però, come penso dica qualsiasi docente in un corso ITIL, oggi sono gruppi di lavoro di esperti internazionali che lavorano all'aggiornamento di ITIL. Quindi se vogliamo sotto questo aspetto è mondiale e non europeo. Cosa succede se però andiamo a vedere i numeri delle certificazioni?

Scorrendo il documento relativo al 2012 e 2013 si vedono dei numeri che iniziano a cambiare pesantemente. Il mercato asiatico sta aumentando pesantemente soprattutto a livello di esami Intermediate. Si vede anche un pass rate alto e superiore a quello di Europa e Nord America, inoltre i numeri su base mensile hanno iniziato a superare quelli di Europa e America. E' un aspetto interessante su cui ragionare. E' vero che l'Asia è un continente molto vasto e che conta circa 4 miliardi di abitanti (fonte Wikipedia) quasi 5 volte la popolazione dell'Europa o delle due Americhe ma è anche vero che la ricchezza è concentrata in poche zone più ricche.

Mi piace che questi documenti sono stati resi pubblici mentre prima non lo erano così da dare informazioni al mercato, mi auguro che AXELOS mantenga la fruibilità di questi documenti anche nella sua gestione. Personalmente mi piacerebbe capire come sta andando il 2014 che lo vedo un po' problematico, troppi cambiamenti e aumenti troppo elevati per i costi di esame. Sarà anche da andare a capire come evolverà il mercato e se la corsa dell'Asia a superare Europa e America continuerà a questi ritmi o se si placherà un po'.

Share

Rispondi